ritardo pagamenti

Prestiti – Pignoramento dello Stipendio/Pensione

La Corte di Cassazione (ordinanza n. 24536 dep. 18/11/2014) ha stabilito i limiti per Equitalia oltre i quali non è possibile pignorare lo Stipendio o la Pensione seguendo l’orientamento dichiarato dalla Corte Costituzionale (sentenza n. 506/2002).

Fissa anche che l’ultimo stipendio/pensione scaricato sul conto corrente del debitore deve restare integro nella sua piena disponibilità.

I limiti fissati sono relativi a stipendi/pensioni mensili per credito vantato che devono tener conto del minimo vitale indispensabile alla vita del pignorato:

  1. 1/10 fino a € 2.500;
  2. 1/7 per importi superiori a € 2.500 fino a € 5.000;
  3. 1/5 per importi superiori a € 5.000-

Rimangono comunque dubbi circa l’applicabilità per il calcolo del minimo vitale che non è stato ancora fissato per pura inerzia legislativa.

Alcuni tribunali l’hanno valutato in € 500, ma si ritiene comunque che la decisione finale spetterà al Giudice dell’esecuzione, il quale dovrà valutare le condizioni in cui si trova il pensionato.

In linea generale si può quindi affermare che stipendi e pensioni possono essere pignorati per il quinto e per ogni credito, fatto salvo il minimo vitale che sarà fissato di volta in volta da parte del Giudice Esecutore.

Inoltre non si fa riferimento a Prestiti e/o Cessioni del Quinto in corso come saranno considerati: se saranno sospesi i pagamenti a favore dei creditori o se saranno tenuti vivi e i creditori si metteranno in coda. Si ritiene più facile la prima opzione anche per il fatto che è il Giudice dell’Esecuzione che decide.

Non è una buona notizia!, ma lo potrebbe diventare se ci contatterai.

Chiedi una consulenza o un preventivo, è un Servizio gratuito di Prestitia!!

Prestitia  si propone per analizzare la tua storia e la tua necessità economica, interpellaci!!!

Leggi di più

Se non pago le bollette mi ipotecano tutto?

Voglio dire se una persona continua ad avere debiti che non paga cosa gli succede? Si va in galera? Cosa mi può succedere?

L’assurdo è che ci sono quelli che fanno truffe gigantesche e altri che evadono le tasse in modo osceno e non gli succede mai nulla e soprattutto non pagano! Alessandro

Ti capisco e anche condivido, ma purtroppo con le leggi che sono in vigore sarà sempre così: i ricchi riusciranno sempre a cavarsi fuori da qualsiasi situazione negativa si dovessero trovare.

Nella vita succede di trovarsi da solo ad affrontare difficoltà insormontabili, essere in difficoltà economica e nessuno che ti allunga la mano.

Purtroppo succede, ma per questo non si va in galera di sicuro!

Il problema da affrontare in modo realistico è come difendere la proprietà da creditori che vogliono impossessarsi dei miei beni! Giusto? Anche perché la prima ad essere intaccata è la casa se la cifra è importante, altrimenti si rivolgono verso i mobili, l’auto e a qualsiasi cosa possa avere un valore e che sia riconosciuta nella proprietà personale.

L’invadenza dei creditori può arrivare al pignoramento giudiziale e ad ipotecare la casa.

Questa è la situazione che si può verificare e per evitarla bisogna adoperarsi al meglio nell’affrontare la situazione a viso aperto.

Chiedi un preventivo o una consulenza a Prestitia, sono gratutiti!!!

Leggi di più

Sono un Cattivo pagatore! Come uscirne?

Ho fatto un prestito parecchi anni orsono per acquisto arredo e l’anno successivo per problemi economici saltai il pagamento di due rate che recuperai pagandone tre il mese successivo. Successivamente ho pagato il residuo del prestito in unica soluzione.

Sono passati circa sei anni da quell’evento,  e in questi giorni sono andato a chiedere un prestito in Unicredit per acquistare l’auto. La risposta è stata lapidaria: NO, lei è segnalato come cattivo pagatore. Cosa devo fare, devo cambiare concessionaria o banca? Grazie Alessio

Visto Alessio che sei bravo con Internet fai un piccolo sforzo: cerca in www.crif.it il modulo per richiedere i tuoi dati finanziari, lo sottoscrivi e lo invii vedrai che in breve tempo ti arriva quanto richiesto. Analizza bene quello che c’è scritto e vedrai che trovi il peccatuccio che deve essere cancellato. Se non riesci ad interpretare puoi inviarmi una copia.

Probabilmente qualcuno si è dimenticato di cancellarti anche se avevi pagato tutto, almeno questo è quanto penso.

Una volta fatta fare la cancellazione d’urgenza a mezzo raccomandata A/R da inviare allo stesso indirizzo della CRIF, dovresti richiedere la LIBERATORIA a Unicredit per la richiesta del finanziamento auto. A questo punto puoi procedere con la richiesta del prestito.

Tempistica: 3 mesi circa per definire il tutto.

Alternativa fare una Cessione del Quinto dello stipendio, semplice e pratica e richiede pochi documenti.

Prestitia è il tuo riferimento per le tue consultazioni, chiamaci o scrivi!!!!

Leggi di più

Se si paga una cambiale in ritardo cosa succede?

Tutti quando abbiamo un debito o un impegno da rispettare siamo attenti e pronti. Così è anche con la cambiale; sappiamo quando l’abbiamo fatta e a chi, l’importo e la scadenza.

Ora può succedere che il conto in banca non sia coperto? Certo che si.

La cambiale prima della scadenza o è trattenuta dal creditore o viene depositata in Banca sul proprio conto dal creditore. E la Banca non ha mezzi termini o i soldi ci sono e allora tutto bene o non ci sono e se non vengono portati entro il giorno di scadenza ha l’obbligo della segnalazione e quindi del dare inizio al Protesto.

E il debitore cosa fa. Deve andare dal creditore e pagare il dovuto, ma se i soldi non li ha deve cercare di concordare lo spostamento della scadenza con il creditore, non ha alternative, se non lo fa viene protestato con tutte le conseguenze che ne conseguono.

Il creditore può accettare o no. Dipende esclusivamente da lui se si fida o meno.

Il creditore che non si fida va avanti con la procedura e può richiedere attraverso il legale l’esecuzione forzata o il pignoramento, di qualsiasi cosa possa essere imputata la proprietà o lo stesso stipendio se dipendente, o il procedimento ingiuntivo rivolgendosi ad un giudice. Se non può procedere nei primi due casi può richiedere l’ordinario giudizio di cognizione con un processo civile. Comporta tempi biblici soprattutto fastidiosi e negativi per la sicura segnalazione di cattivo pagatore in CRIF.

Sarebbe un vero disastro per la finanziabilità personale.

Consiglio che posso dare è di richiedere al creditore lo spostamento del pagamento della cambiale, è oneroso perché il bollo costa il 12 x mille del valore in cambiale, ma può dare soluzione ad un problema che potrebbe rivelarsi distruttivo a livello personale.

Chiedi sempre la consulenza di Prestitia è gratuita.

Leggi di più