prestito online

Pensionati e Prestito per acquisto casa

L’interesse per l’Immobiliare per le persone in Pensione rappresenta circa il 10% del mercato immobiliare, una quota di mercato decisamente importante.

È indubbio che tale interesse è provocato da due fattori concomitanti straordinariamente favorevoli:

  1. Il costo degli immobili è ancora piuttosto basso se confrontato con i prezzi delle case in vendita di alcuni anni fa;
  2. Gli interessi per i Prestiti per l’acquisto, per il restauro e l’ammodernamento della casa sono ai valori minimi.

Si acquistano preferibilmente immobili composti da due o massimo tre locali.

Per l’acquisto dell’immobile solo una piccola parte di costoro, meno del 16%, è ricorsa al Mutuo preferendo invece il Prestito per la quota mancante l’investimento.

I dati del primo semestre 2015 se confrontati con pari periodo del 2014 emerge una crescita decisa degli investimenti che se confermata anche per il secondo semestre porterà a sviluppi molto interessanti per l’Immobiliare, finalmente!

Durerà?

È pensiero comune che aumenterà ancora almeno fino a che i prezzi degli immobili in vendita rimarranno fermi alle attuali valutazioni. Quindi chi è intenzionato a muoversi in questa direzione sarà opportuno che acceleri la propria decisione.

PrestitiA è a disposizione

PrestitiA informa!

PrestitiA  si propone per analizzare la tua storia e la tua necessità economica, interpellaci!!

Leggi di più

Prestito: cose da non fare per ottenerlo

Cosa succede se si chiede un Prestito e viene rifiutato?

Quali possono essere i motivi di un rifiuto?

Se si chiede il Prestito nello stesso tempo a più Istituti di credito o Finanziarie cosa succede?

Se la richiesta è stata respinta posso presentare una nuova richiesta presso un’altra banca?

Se propongo un Garante che ha altri finanziamenti o è segnalato cattivo pagatore cosa succede?

Cos’è la Liberatoria?

E se chiedo un Prestito per pagarne altri che ho già cosa succede?

Sono le domande tipiche che ci vengono di norma sottoposte. È importante dare loro la giusta considerazione in quanto sottovalutarle significherebbe perdere un finanziamento che serve a realizzare e dare soddisfazione a proprie esigenze.

Quando si chiede un Prestito si deve conoscere cosa ha bisogno la Banca o l’Istituto di credito per poterlo concedere.

Vediamo cosa richiede la Banca e/o l’Istituto di Credito:

  1. Essere assunti a tempo indeterminato se dipendenti da almeno 1 anno, è una clausola che da la certezza di avere i soldi di ritorno (Non vale per dipendenti pubblici o statali i quli sono immediatamente finanziabili);
  2. Avere uno storico di bilancio di almeno due anni se Imprenditore;
  3. Essere conosciuti in Banca dati come buon pagatore, in quanto se si sono pagati bene altri debiti è probabile che si rispetteranno i nuovi;
  4. Avere una età che sia indice di maturità e di responsabilità personale;
  5. La Ditta dove si lavora deve essere conosciuta e rispettata finanziariamente, ciò da il senso di serietà e di continuità lavorativa;
  6. Se si presenta un proprio Garante per incentivare la decisione della Banca per l’approvazione del finanziamento, costui deve essere finanziabile e riconosciuto nelle Centrali Rischi come buon pagatore.

La Banca quando riceve una richiesta di Prestito:

  1. Verifica la documentazione che il richiedente il Prestito fornisce alla Banca stessa.
  2. Controlla che non vi siano altre richieste in corso e se vi sono ne richiede la liberatoria che deve essere rilasciata dalle singole Banche e/o finanziarie alle quali ci si è rivolti per ottenere il Prestito.
  3. Se la richiesta è stata rifiutata da altra Banca sarà bene attendere i tempi di cancellazione dalla Centrale Rischi prima di inoltrarne una nuova. Val la pena ricordare che per la cancellazione del rifiuto in Centrale Rischi serve minimo un mese dalla richiesta di cancellazione. Sarebbe ideale attendere due mesi. Ogni rifiuto allontana la possibilità di essere finanziati, sarà quindi utile essere prudenti anche se l’urgenza potrebbe consigliare il contrario.

I motivi del rifiuto del finanziamento da parte della Banca:

  1. Essere dipendenti da poco tempo o avere iniziato una attività in proprio da troppo poco tempo che, in ambedue i casi, farebbe venir meno la certezza della restituzione del Prestito.
  2. L’età e la mancanza dello storico finanziario personale è un freno quasi assoluto che pretende garanzie quali beni mobili ed immobili oppure richiede la presenza di un Garante che nel caso in cui il Prestito non fosse onorato sarebbe lui a farsene carico.
  3. Essere troppo esposto con altri finanziamenti ancora in corso che gravano pesantemente sul bilancio familiare.
  4. Avere segnalazioni in corso di cattivo pagatore di altri finanziamenti.
  5. Essere Protestati e/o Pignorati.

Ecco qui spiegati in breve i motivi per cui affidarsi ai nostri consulenti!

Prestitia informa!

Prestitia  si propone per analizzare la tua storia e la tua necessità economica, interpellaci!!

Leggi di più

Posso avere un Prestito di 2500 da restituire in 6 anni?

Vi chiedo se sia possibile avere da un Istituto di credito somme di denaro contenute e da restituire in 6 anni? Ho bisogno con urgenza, grazie. Mariano

SI! Non c’è dubbio, ci mancherebbe.

La vera domanda però è un’altra: Io che sono in questa condizione ……….. posso avere un prestito di………….. per la durata di……….

Andiamo quindi per prima cosa a verificare i criteri da soddisfare in prima istanza per la concessione del prestito:

  1. Età: se inferiore a 23 anni serve il garante,
  2. Lavoro: a tempo indeterminato e se autonomo due anni di attività,
  3. Conto in Banca: andamento? Ha fido bancario?
  4. Finanziamenti: ne ha in corso?, ha pagato bene le rate? O è segnalato?
  5. Residenza: da quanto? Cambia spesso?
  6. Rata e Durata: saranno funzionali al reddito.

Se lei non risultasse finanziabile per una risposta negativa di uno dei punti sopra descritti deve trovare una persona che o fa garante o fa al posto suo.

Alternativa seria ed importante sarebbe in caso di negatività in Centrale rischi ricorrere ad una Cessione del Quinto e sarà possibile solo se è dipendente a tempo indeterminato Statale e/o Pubblico o di società di capitali o se pensionato.

Prestitia è la tua soluzione chiedi un preventivo è gratuito!!!!

Leggi di più

Prestito facile, cos’è?

E’ il termine usato da Istituti finanziari per fare la pubblicità ed invogliare le persone a chiedere i Prestiti. Non esiste questo termine in realtà.

Comunemente la definizione “Prestito facile” nel mondo del credito fa riferimento alla semplicità della concessione di prestiti come la Cessione del Quinto per dipendenti a tempo indeterminato sia pubblici/statali che privati che dipendono da società di capitale e per i pensionati.

Perché facile?

Perché anche se una persona è segnalata come cattivo pagatore in Centrale dei rischi o è protestato, è finanziabile con semplicità in quanto il finanziamento è regolato tra la Società che eroga il prestito e il Datore di lavoro che trattiene dalla busta paga la rata mensile versandola direttamente alla finanziaria.

Quindi possiamo desumere che la garanzia per la finanziaria è il lavoro, tanto è vero che l’assicurazione vita e quella per la perdita lavoro sono obbligatorie.

Chiedi la consulenza a Prestitia, è gratuita!!!

Leggi di più

Caratteristiche di un prestito online: l’Adattamento

Le principali caratteristiche di un Prestito online coincidono anche con i loro vantaggi, di cui abbiamo parlato nell’articolo precedente.

Ad aggiungersi alla generosa lista di convenienze citiamo poi la distendibilità, l’adattamento quindi di un prestito generale ad un caso specifico. Più precisamente:

Esistono degli stereotipi di prestiti online che possono essere ristretti al dettaglio in ogni caso sottoposto.

Partiamo dal più comune e gettonato: il prestito personale. Questo tipo di prodotto parte da linee generali ben marcate, ma si consuma in affluenti di diverso tipo come il Prestito a Dipendenti Statali, il Prestito INPDAP, il Prestito finalizzato a ristrutturazione, ecc…

Grazie a strumenti ricchi di algoritmi ben precisi e comodamente a portata di click, possiamo calcolare il nostro prestito su misura. Una qualità che normalente nella consulenza privata fisica ci costerebbe una grande dispersione di tempo e denaro.

Per quanto riguarda gli input da dare al preventivatore (software di preventivo automatico online), possiamo dire che nel 90% dei casi vengono sempre richiesti:

  • nominativo
  • telefono ed email di contatto
  • importo del prestito
  • contratto e tipologia di lavoro

Queste quattro e semplici informazioni possono essere sufficienti nella maggior parte dei casi a completare con successo la richiesta di un prestito ed avere il denaro su conto in modo veloce, come avviene ad esempio nella Cessione del Quinto dello stipendio, dove il garante è un datore di lavoro e l’ammortamento viene su busta paga ogni mese.

Prestitia si propone, con il proprio staff di consulenti, per analizzare la tua storia e la tua necessità economica, interpellaci!!

Chiedi una consulenza o un preventivo, è un Servizio gratuito di Prestitia!!!!

Leggi di più