pagamento cambiali

Se si paga una cambiale in ritardo cosa succede?

Tutti quando abbiamo un debito o un impegno da rispettare siamo attenti e pronti. Così è anche con la cambiale; sappiamo quando l’abbiamo fatta e a chi, l’importo e la scadenza.

Ora può succedere che il conto in banca non sia coperto? Certo che si.

La cambiale prima della scadenza o è trattenuta dal creditore o viene depositata in Banca sul proprio conto dal creditore. E la Banca non ha mezzi termini o i soldi ci sono e allora tutto bene o non ci sono e se non vengono portati entro il giorno di scadenza ha l’obbligo della segnalazione e quindi del dare inizio al Protesto.

E il debitore cosa fa. Deve andare dal creditore e pagare il dovuto, ma se i soldi non li ha deve cercare di concordare lo spostamento della scadenza con il creditore, non ha alternative, se non lo fa viene protestato con tutte le conseguenze che ne conseguono.

Il creditore può accettare o no. Dipende esclusivamente da lui se si fida o meno.

Il creditore che non si fida va avanti con la procedura e può richiedere attraverso il legale l’esecuzione forzata o il pignoramento, di qualsiasi cosa possa essere imputata la proprietà o lo stesso stipendio se dipendente, o il procedimento ingiuntivo rivolgendosi ad un giudice. Se non può procedere nei primi due casi può richiedere l’ordinario giudizio di cognizione con un processo civile. Comporta tempi biblici soprattutto fastidiosi e negativi per la sicura segnalazione di cattivo pagatore in CRIF.

Sarebbe un vero disastro per la finanziabilità personale.

Consiglio che posso dare è di richiedere al creditore lo spostamento del pagamento della cambiale, è oneroso perché il bollo costa il 12 x mille del valore in cambiale, ma può dare soluzione ad un problema che potrebbe rivelarsi distruttivo a livello personale.

Chiedi sempre la consulenza di Prestitia è gratuita.

Leggi di più