Torna alle notizie

Prestito: cose da non fare per ottenerlo

Cosa succede se si chiede un Prestito e viene rifiutato?

Quali possono essere i motivi di un rifiuto?

Se si chiede il Prestito nello stesso tempo a più Istituti di credito o Finanziarie cosa succede?

Se la richiesta è stata respinta posso presentare una nuova richiesta presso un’altra banca?

Se propongo un Garante che ha altri finanziamenti o è segnalato cattivo pagatore cosa succede?

Cos’è la Liberatoria?

E se chiedo un Prestito per pagarne altri che ho già cosa succede?

Sono le domande tipiche che ci vengono di norma sottoposte. È importante dare loro la giusta considerazione in quanto sottovalutarle significherebbe perdere un finanziamento che serve a realizzare e dare soddisfazione a proprie esigenze.

Quando si chiede un Prestito si deve conoscere cosa ha bisogno la Banca o l’Istituto di credito per poterlo concedere.

Vediamo cosa richiede la Banca e/o l’Istituto di Credito:

  1. Essere assunti a tempo indeterminato se dipendenti da almeno 1 anno, è una clausola che da la certezza di avere i soldi di ritorno (Non vale per dipendenti pubblici o statali i quli sono immediatamente finanziabili);
  2. Avere uno storico di bilancio di almeno due anni se Imprenditore;
  3. Essere conosciuti in Banca dati come buon pagatore, in quanto se si sono pagati bene altri debiti è probabile che si rispetteranno i nuovi;
  4. Avere una età che sia indice di maturità e di responsabilità personale;
  5. La Ditta dove si lavora deve essere conosciuta e rispettata finanziariamente, ciò da il senso di serietà e di continuità lavorativa;
  6. Se si presenta un proprio Garante per incentivare la decisione della Banca per l’approvazione del finanziamento, costui deve essere finanziabile e riconosciuto nelle Centrali Rischi come buon pagatore.

La Banca quando riceve una richiesta di Prestito:

  1. Verifica la documentazione che il richiedente il Prestito fornisce alla Banca stessa.
  2. Controlla che non vi siano altre richieste in corso e se vi sono ne richiede la liberatoria che deve essere rilasciata dalle singole Banche e/o finanziarie alle quali ci si è rivolti per ottenere il Prestito.
  3. Se la richiesta è stata rifiutata da altra Banca sarà bene attendere i tempi di cancellazione dalla Centrale Rischi prima di inoltrarne una nuova. Val la pena ricordare che per la cancellazione del rifiuto in Centrale Rischi serve minimo un mese dalla richiesta di cancellazione. Sarebbe ideale attendere due mesi. Ogni rifiuto allontana la possibilità di essere finanziati, sarà quindi utile essere prudenti anche se l’urgenza potrebbe consigliare il contrario.

I motivi del rifiuto del finanziamento da parte della Banca:

  1. Essere dipendenti da poco tempo o avere iniziato una attività in proprio da troppo poco tempo che, in ambedue i casi, farebbe venir meno la certezza della restituzione del Prestito.
  2. L’età e la mancanza dello storico finanziario personale è un freno quasi assoluto che pretende garanzie quali beni mobili ed immobili oppure richiede la presenza di un Garante che nel caso in cui il Prestito non fosse onorato sarebbe lui a farsene carico.
  3. Essere troppo esposto con altri finanziamenti ancora in corso che gravano pesantemente sul bilancio familiare.
  4. Avere segnalazioni in corso di cattivo pagatore di altri finanziamenti.
  5. Essere Protestati e/o Pignorati.

Ecco qui spiegati in breve i motivi per cui affidarsi ai nostri consulenti!

Prestitia informa!

Prestitia  si propone per analizzare la tua storia e la tua necessità economica, interpellaci!!

Leggi di più
  • ANNALISA says:

    BUONASERA , HO CHIESTO UN PRESTITO PERSONALE ALLA COMPASS, 11 GENNAIO 2017 CON FIRMA DI GARANZIA DI MIA MADRE, IMPORTO ERA CIRCA 16.000.00,MI E’ STATO RIFIUTATO PERCHE’ NELLA LORO BANCA DATI RISULTA UNA RICHIESTA DI PRESTITO FATTA NEL DICEMBRE 2015 DI CIRCA 5000 EURO PER UN COMPIUTER , MI SEMBRA COSI ASSURDO IL MOTIVO DI QUESTO RIFIUTO , SPECIFICANDO CHE HO SEMPRE PAGATO TUTTO E NON SONO SEGNALATA IN NESSUNA CRIF IO E’ MIA MADRE GRAZIE BUONASERA

    Reply
    • Buon giorno Annalisa,
      se la richiesta di prestito di € 5000 non ha avuto esito positivo chieda la LIBERATORIA alla finanziaria dove ha fatto la richiesta.
      Se invece è stata finanziata e dopo neanche tre mesi chiede un nuovo prestito è nella logica il rifiuto.

      Valuti la cosa con attenzione e se è interessata ad una nostra analisi finanziaria compili il modulo: prestitia.it/dati/

      Saluti, Renzo

      Reply
  • Monica Longh says:

    Buongiorno ho contratto indeterminato e busta paga senza tfr perché la cooperativa srl di più di 16 dipendenti ha deciso di farlo mese per mese vorrei un finanziamento perché ho necessità e vorrei chiudere una carta Findomestic pagata sempre regolarmente da 189euro al mese a chi mi posso rivolgere ho sempre pagato ma con la carta voglio finire aspettando notizie vi ringrazio cordiali saluti Monica

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>