Torna alle notizie

Cessione del Quinto o Cambiale?

Sono Angelo di Genova, lavoro in una Srl con 20 dipendenti dal gennaio del 2012, con uno stipendio di 1700 euro. Ho saltato 4 rate di un Prestito e mi hanno segnalato cattivo pagatore. Ho urgente bisogno di soldi, di 9/10.000 euro, e nessuno me li da. Se non è possibile fare la cessione mi va bene anche un prestito con cambiali, posso pagare 150 euro al mese.

Ho una ottima proposta per iniziare un nuovo lavoro, ma se faccio la Cessione viene bloccato il TFR e io sarei senza soldi.

Non ho nessuno che mi fa da garante. Avete una soluzione?, mi potete aiutare?

Angelo quando ho letto la sua richiesta, mi è scappata una parolaccia, ma poi riflettendoci sopra ho capito che lei vuole tirarsi fuori da questa difficile situazione, che ha un grande coraggio e con forza di volontà vuole crearsi un nuovo futuro.

Afferma che tutti hanno risposto di no, ma a quali richieste?

Forse per un Prestito personale? Essendo segnalato in Centrale Rischi come cattivo pagatore nessun Istituto finanziario glielo erogherà!

Resta da concentrarci sulla Cessione del Quinto in quanto la Cambiale come Prestitia non vogliamo neanche sentirne parlare in quanto rappresenta la fine finanziaria di una persona.

Lei ha bisogno di soldi e 9/10.000 euro è una cifra importante, ma trattabile. Bisognerà valutare con attenzione il suo TFR e se la Ditta per cui lavora non ha problemi segnalati, se è finanziabile.

Per quanto riguarda il problema di perdere il TFR e quindi la liquidità per potersi muovere le devo fare un appunto che poi sarà risolutivo a suo favore.

Con la Cessione del Quinto lei avrebbe a disposizione una somma di circa 7.000/10.000 euro, liquidità a fronte di un TFR di circa 5.000 euro, quindi non si troverebbe senza soldi cambiando attività, dovrebbe solo pianificare il rimborso del residuo della Cessione del Quinto con la Società che le ha erogato il finanziamento.

Questa è la soluzione, resta solo da valutare se la Cessione del Quinto è erogabile!

Ma non mi parli di cambiale

Prestitia informa!

Chiedi una consulenza o un preventivo, è un Servizio gratuito di Prestitia!!

 

Leggi di più
  • Buon giorno avrei bisogno di un prestito senza cessione ne ho una in corso non rinnovabile. Sono segnalato come cativo pagatore cosa posso fare?

    Reply
    • Buona sera Daniel,
      mi spiace ma se è segnalato come cattivo pagatore e se la cessione non è rinnovabile non possiamo esserle di aiuto.

      Saluti, Renzo

      Reply
  • Buona sera avrei bisogno di 6000 euro posso rimborsarli in 3 cambiali da 2000 euro o non so come funziona mettiamo la cosi…le garanzie sono solo le mie fatture

    Reply
    • Celeste buon giorno,
      le finanziarie a noi collegate non stipulano contratti di Prestito cambializzato.

      Saluti, Renzo

      Reply
  • BuonaSera,
    Sono socio al 50 per cento di una snc operante nel settore della ristorazione. Il reddito annuale si aggira attorno ai 120/130 mila euro annui mentre quello personale si aggira attorno ai 10.000 euro. Purtroppo la crisi ha causato problemi alla crif per alcune rate pagate in ritardo ma dal mese di luglio 2017 tutto e stato regolare. Nel novembre 2016 abbiamo estinto il debito residuo sostituendolo con un nuovo prestito e da gennaio 2017 tutto è regolare. Adesso abbiamo bisogno di liquidità per far fronte ad interventi implementativi all’azienda e prima di effettuare una ricerca di mercato volevo la sua preziosa consulenza.
    Grazie

    Reply
    • Buon giorno Pasquale,
      essendo socio di una azienda per essere finanziato deve/dovete far riferimento alla banca con cui operate.
      In questo momento di cui si godono segnali di ripresa è l’unica fonte che può rispondervi positivamente soprattutto per le segnalazioni Crif che hanno una durata come segnalazione in banca dati in rapporto alle rate non pagate regolarmente.
      Lo stesso discorso vale se il prestito di cui ha bisogno è personale e non aziendale.

      Alla banca va fatta la domanda accompagnata da documenti che attestino il saldo dei debiti e le dichiarazione dei redditi sia personali che dell’azienda in modo di far risaltare il miglioramento economico in atto.
      Inoltre, se ne è in possesso, alleghi ordinativi o collaborazioni redditizie contrattuali.

      Saluti e buona fortuna,
      Renzo

      Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>